Mobilità Docenti 2019/2020

Mobilità del personale docente, educativo ed ATA a.s. 2018/19

La mobilità è la possibilità offerta al personale docente per cambiare Scuola, Ambito Territoriale o Provincia di Titolarità; è altresì possibile cambiare Insegnamento, Grado di Scuola o Profilo Professionale.

La Domanda di Mobilità è Obbligatoria per tutti i Docenti che sono privi di Ambito Territoriale o che si trovano in posizione di Esubero Provinciale, per tutti i Nuovi Assunti e per tutto il Personale Perdente Posto .

La Domanda è invece su base Volontaria per il personale Docente Titolare di Scuola o Titolare di Incarico Triennale, per il Personale ATA e per gli Educatori.

La mobilità del personale scolastico a.s. 2018/19 verrà regolamentata dal CCNI relativo alla mobilità del personale scolastico a.s. 2017/18 grazie all’Accordo Ponte relativo alla mobilità del personale scolastico sottoscritto in data 7 marzo 2018.

Se sei interessato a leggere l’accordo puoi scaricare il documento completo:

CCNI mobilità personale docente, educativo ed A.T.A. 11 aprile 2017

Termini e Modi di Presentazione della Domanda di Mobilità 2019/2020

La Domanda di Mobilità viene presentata dal personale docente sul sito internet del Miur Istanze Online, solo il Personale Educativo e i Docenti di Religione Cattolica presentano la domanda in formato cartaceo.

Per quanto riguarda i termini di presentazione delle relative istanze il termine iniziale per il personale docente è il 3 aprile e quello finale il 26 aprile.

Per il personale educativo le istanze potranno essere presentate dal 3 al 28 maggio.

Per il personale ATA le istanze potranno essere presentate dal 23 aprile al 14 maggio.

Per gli insegnanti di religione cattolica le domande potranno essere presentate dal 13 aprile al 16 maggio

Punteggio Mobilità Docenti 2019/2020

Per ogni domanda di mobilità viene assegnato un punteggio secondo la Tabella Punteggi Mobilità 2018 2019.

Una parte importante del Punteggio complessivo è dettato dal possesso di specifici titoli elencati al Titolo III della Tabella: TITOLI GENERALI

a) per il superamento di un pubblico concorso ordinario per esami e titoli, per l’accesso al ruolo di appartenenza  o a ruoli di livello
pari o superiore a quello di appartenenza  …………………………………………….….……………………………………….…………… punti 12

b) per ogni diploma di specializzazione conseguito in corsi post-laurea previsti dagli statuti, ovvero dal D.P.R. n. 162/82, ovvero dalla legge
19.11.1990, n. 341 (artt. 4, 6, 8), ovvero dal decreto 3.11.1999, n. 509 e successive modifiche ed integrazioni, attivati dalle università
statali o libere ovvero da istituti universitari statali o pareggiati ovvero in corsi attivati da amministrazioni e/o istituti pubblici
purchè i titoli siano riconosciuti equipollenti dai competenti organismi universitari (10) (10bis), ivi compresi gli istituti di educazione
fisica statali o pareggiati, nell’ambito delle scienze dell’educazione e/o nell’ambito delle discipline attualmente insegnate dal docente
(è valutabile un solo diploma, per lo stesso o gli stessi anni accademici, o di corso) ….…………………………………………………….… punti 5

c) per ogni diploma universitario (diploma accademico di primo livello, laurea di primo livello o breve o diploma Istituto Superiore
di Educazione Fisica (ISEF)) conseguito oltre al titolo di studio attualmente necessario per l’accesso al ruolo di appartenenza (11) …..…… punti 3

d) per ogni corso di perfezionamento di durata non inferiore ad un anno (12) previsto dagli statuti, ovvero dal D.P.R. n. 162/82, ovvero dalla
legge 19.11.1990, n. 341 (artt. 4, 6, 8), ovvero dal decreto 3.11.1999, n. 509 e successive modifiche ed integrazioni, nonchè per ogni
master di 1° o di 2° livello attivati dalle università statali o libere ovvero da istituti universitari statali o pareggiati (10bis)
ivi compresi gli istituti di educazione fisica statali o pareggiati nell’ambito delle scienze dell’educazione e/o delle discipline attualmente
insegnate dal docente (13) (è valutabile un solo corso, per lo stesso o gli stessi anni accademici) ……………. punti 1

e) per ogni diploma di laurea con corso di durata almeno quadriennale (ivi compreso il diploma di laurea in scienze motorie), per ogni diploma di laurea magistrale (specialistica), per ogni diploma accademico di secondo livello (ivi compreso il diploma rilasciato da accademia
di belle arti o conservatorio di musica, vecchio ordinamento, conseguito entro il 31.12.2012 – L. n. 228/2012) conseguito oltre al titolo
di studio attualmente necessario per l’accesso al ruolo di appartenenza (11)……….………………………………………………..…..….….. punti 5

f) per il conseguimento del titolo di “Dottorato di ricerca” (si valuta un solo titolo)…………………………………………………………….. punti 5

g) per la scuola primaria, per la frequenza del corso di aggiornamento-formazione linguistica e glottodidattica compreso nei piani attuati
dal Ministero, con la collaborazione degli Uffici scolastici territorialmente competenti, delle istituzioni scolastiche, degli istituti di ricerca
(ex IRRSAE-IRRE, CEDE, BDP oggi, rispettivamente, INVALSI, INDIRE) e dell’Università (14)…………………………………….……. punti 1

h) per ogni partecipazione agli esami di stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore di cui alla legge 10.12.1997,
n. 425 e al D.P.R. 23.7.1998, n. 323, fino all’anno scolastico 2000/2001 in qualità di presidente di commissione o di componente
esterno o di componente interno, compresa l’attività svolta dal docente di sostegno all’alunno disabile che sostiene l’esame ……….. punti 1

i) CLIL di Corso di Perfezionamento per l’insegnamento di una disciplina non linguistica in lingua straniera di cui al Decreto
Direttoriale n. 6 del 16 aprile 2012 rilasciato da strutture universitarie in possesso dei requisiti di cui all’art. 3, comma 3, del D.M.
del 30 settembre 2011……………………………………………………………………………………………………………………….……. punti 1
N.B.: il certificato viene rilasciato solo a chi:
· è in possesso di certificazione di Livello C1 del QCER (art. 4, comma 2)
· ha frequentato il corso metodologico
· ha sostenuto la prova finale

l) CLIL per i docenti NON in possesso di Certificazione di Livello C1, ma che avendo svolto la parte metodologica presso le strutture
universitarie, sono in possesso di un ATTESTATO di frequenza al corso di perfezionamento……………….…..………………….…..…… punti 0,5
N.B.: in questo caso il docente ha una competenza linguistica B2 NON certificata, ma ha frequentato il corso e superato l’esame finale
N.B.: I titoli relativi alle lettere b), c), d), e), f), g), i) e l) anche cumulabili tra di loro, sono valutati fino ad un massimo di ………………….. punti 10